In English

Guanciale Stagionato

Prodotto di alta salumeria, ottenuto dalla guancia e dalla gola del suino. La salatura a secco e la lenta stagionatura permettono di ottenere un prodotto piacevole al palato, con sottili note di profumo e sapore molto caratteristici.

Golose istruzioni per l'uso: portarlo a temperatura ambiente almeno un'ora prima, affettarlo a mano e gustarlo al naturale, oppure accompagnarlo con una fetta di pane casereccio. Ottimo a cubetti, ideale per condimenti.

Curiosità: il guanciale non deve essere confuso con la pancetta, che proviene dal costato del maiale ed è riccamente marezzata di muscolo. Il guanciale al contrario è costituito da un taglio ricavato dalla guancia e da parte del collo del maiale. Viene strofinato con sale, ricoperto di pepe, aglio e rosmarino, quindi viene fatto stagionare per almeno cinque mesi. Ha un sapore leggermente diverso rispetto alla pancetta e una consistenza più dura. E' ottimo affettato sottile oppure scaldato su crostini di pane. Può essere mangiato da solo, ma trova il miglior utilizzo nei sughi, come quello a base di cipolla, pomodorini e peperoncino detto all'amatriciana. Ottimo abbinato al Grignolino d'Asti.